1-1 col Manchester City, Napoli: che impresa!


Gol di Cavani, pareggio di Kolarov su punizione. Villareal-Bayern Monaco 0-2 



Impresa del Napoli sul campo del Manchester City. Conquista il suo primo punto di Champions League su un campo difficilissimo, mentre il Villareal perde in casa 2-0 contro il Bayern Monaco e finisce, dopo questo turno, all'ultimo posto nel girone.

Ma al di là dell'1 a 1 finale, c'è da dire che la squadra di Mazzarri ha imposto il suo gioco, ha segnato per prima e ha finito la partita all'attacco, pur dovendo rinunciare alla punta più in forma, Lavezzi, che è uscito per infortunio, dopo aver colpito al 17° una traversa con quello che poteva diventare un eurogol.

Il Pocho spera di esserci contro il Milan

Il Pocho, nel dopo-partita, dice che la caviglia gli fa ancora molto male, ma che spera di escerci domenica sera contro il Milan.
"Deciderà domani il dottore": ossserva serafico. 
Cinque anni fa il Napoli era in serie C e non aveva più diritto neppure a usare il suo nome.
Il City, peraltro, in Premier League finora non ha perso neppure un punto (4 vittorie su 4). 

Mazzarri contento, ma non tanto

Mazzarri - nel dopo-partita - ha un'aria decisamente soddisfatta, ma da perfezionista dice che nel primo tempo la sua squadra poteva giocare meglio.
E domencia sera, al San Paolo, c'è la sfida di campionato col Milan. Un altro impegno non da poco. 

In vantaggio il Napoli con Cavani

Passa in vantaggio, a sorpresa, ma non per come stava giocando, il Napoli contro il Manchester City al 25° del secondo tempo.
La squadra di Mazzarri parte in contropiede e si trova con tre attaccanti contro due difensori.
Maggio decide di dare il pallone a Cavani e quest'ultimo non sbaglia: è il gol dell'inatteso 0 a 1. E dire che pochi minuti prima era uscito per infortunio Lavezzi, che stasera era l'attaccante più in forma dei partenopei.
Il Manchester City reagisce, aggredendo la difesa di Mazzarri. Aguero al 72° colpisce al volo una traversa, la seconda della serata per la squadra di Mancini.

Segna Kolarov, De Sanctis sta a guardare

Sull'azione seguente, il City ottiene una punizione dal limite dell'area. Alla battuta va Kolarov, che tira un missile sul quale sembra sorpreso De Sanctis.
A otto minuti dalla fine della partita, Mazzarri sostituisce l'autore del gol, Cavani, con Pandev.
Il risultato non cambia. 

Napoli spavaldo nel secondo tempo

Il Napoli torna in campo per il secondo tempo contro il Manchester City più spavaldo che nel primo.
Sono della squadra di Mazzarri le prime azioni.
Lavezzi è ancora la punta più pericolosa, ma zoppica leggermente.
I tifosi del Napoli sperano che possa restare in campo visto che è il più pericoloso del trio d'attacco partenopeo.
Nessuna sostituzione dalle due parti all'inizio del secondo tempo. 

Al 49° occasione gol per Hamsik

Al 49° il Napoli ha una grande occasione. Hamsik, smarcato in area, ha una grande occasione. Tira bene, il portiere è battuto, ma Company salva sulla linea di porta.
Il Napoli non rinuncia alla sua partita e continua a farsi vedere in attacco. Al 55° risultato invariato.

Esce Lavezzi infortunato al 60°

Ma al 60° Mazzarri è costretto a sostituire Lavezzi in fortunato. Decide di coprirsi, al suo posto entra Dzemaili, mentre Hamsik si sposta più avanti.
Il Napoli, però, continua ad attaccare. E al 66° Hamsik ha una nuova azione da gol. Il tiro è deviato in calcio d'angolo, ma la squadra di Mazzarri sta srprendendo anche il pubblico inglese.
Mancini fa riscaldare Tevez. 

Due traverse nel primo tempo

Finisce 0 a 0 il primo tempo tra Manchester City e Napoli, ma è stato un bel primo tempo, con due traverse colpite, una per parte.
Il Napoli parte in soggezione e sembra che la squadra di Mancini debba avere lo stesso controllo del Gioco che ha di solito il Barcellona.
Il primo quarto d'ora è rurissimo per la squadra di Mazzarri.
Ma il Napoli tiene e contrattacca, con un Lavezzi che conferma di essere in gran forma, mentre Cavani dà la stess aimpressione di Cesena: ancora non è al top.
Attentissimi, invece, difensori e centrocampisti del Napoli, ance se al prezzo di tre "gialli". 

Il City in maglia azzurra

Il Manchester City in maglia azzurra, il Napoli - che gioca fuori casa - costretto a un grigio antracite: la sfida è cominciata.
La squadra di Mancini inizia subito in attacco. Al 3° c'è il primo tiro pericoloso indirizzato verso la porta di De Sanctis: è di Nasri. Ma il tiro potente è fuori.
Il Napoli ha poi un'opportunità in contropiede con Cavani. Ma il pallonetto non funziona.
Gli inglesi continuano a prenere, ma all'8° minuto è ancora 0 a 0.
Il possesso di palla del City è continuo.
Al 14° si libera pericolosamente in area Dzeko. De Sanctis chiude la porta, ma il tiro è fuori.
Il Napoli, aggredito, non riesce a uscire dalla sua metacampo e commette troppi falli per difendersi.

Traversa di Lavezzi al 17°

Ma la prima occasione in attacco del Napoli potrebbe trasfromarsi in gol.
Lavezzi sfugge alla custodia dei difensori inglesi e, con una delle sue accelerazioni, si presneta solo in area. Prende la mira e... colpisce la traversa.
I tremila tifosi partenopei al seguito della squadra hanno il loro momento di gioia.
Poco dopo anche Cavani si trova solo in area, ma perde l'attimo e il pallone.
Il Napoli cresce, preme prima con Zuniga, poi con Maggio.
Si è rotto il dominio inglese.
Le squadre ora si affrontano a viso aperto. Il gioco, piacevole e veloce, fluisce da una parte all'altra del campo.
Al 25° ancora nessun gol. Ma Cavani si fa vedere di nuovo nell'area del City.
Il Manchester City ricomincia a tessere la sua tela. Paolo Cannavaro stende Aguero e si prende un cartellino giallo. Anche Maggio è stato già ammonito.
La punizione non porta a nulla.

Traversa anche del City

Al 34° traversa anche del City. Dopo due calci d'angolo consecutivi del Napoli, riparte in contropiede Aguero, dà il pallone a Yaya Toure, che colpisce a sua volta la traversa.
Al 39° Kolarov ha un'occasione da fuori. Il suo tiro attraversa tutta l'area di porta. De Sanctis eme il peggio. Ma il pallone finisce fuori.
La squadra di Mancini ha già collezionato 6 calci d'angolo, ma l'allenatore non è contento.
"Troppa libertà a Lavezzi", grida ai suoi. E, infatti, il Pocho si conquista un calcio d'angolo. Aguero mette a sua volta in grande difficoltà la difesa del Napoli. Al 42° lo abbatte Aronica al limite sinistro dell'area. Un'altra ammonizione per la squadra di Mazzarri: è la terza.

L'ultima volta c'era Diego

C'era Diego Armando Maradona l'ultima volta che il Napoli ha giocato in Coppa dei campioni. Ventuno anni fa.
Stasera per Manchester City-Napoli (ore 20,45, diretta tv anche su Rai1, a partire dalle 20,30) gli azzurri troveranno il temibile marito della figlia del Pibe de oro, il Kun Aguero, che ha dimostrato di trovarsi benissimo sotto i cieli inglesi (domenica scorsa, in Premier League, ha realizzato la sua prima tripletta).
Ma Roberto Mancini, allenatore da due anni del Manchester City, non nasconde una certa preoccupazione alla vigilia del debutto in Champions League contro la squadra di Walter Mazzarri, prima insidia di un girone di ferro che comprende anche Bayern Monaco e Villarreal.
Forse è pure scaramanzia perché la sfida in Inghilterra per il Napoli sembra impossibile.
Il City ha vinto tutte e 4 le prime partite del campionato e capeggia la classifica della Premieri a punteggio pieno. 

Mancini: "Una partita eccitante"

“È un giorno eccitante per il club perchè giocare in Champions per il City dopo tanti anni è molto importante e speciale - le parole alla vigilia del tecnico jesino, intervistato dal sito della sua squadra -. La prima partita sarà differente dalle prossime, sarà difficile perchè d’impatto ma cercheremo di fare bene”.
"Napoli is a good team" continua il Mancio, che poi aggiunge: “Col Napoli sarà dura. Se la gente pensa che è la squadra più debole del girone allora non sa molto di calcio.
È una buona squadra, che ha fatto benissimo in Italia e se arrivi qui vuol dire che hai delle qualità”.
Mazzarri, dal canto suo, ha detto che "sentirà la stessa emozione di sempre e che per lui è una partita come le altre".
Ma lo fa per non caricare troppo i suoi giocatori. Nessuno crede che la sua partita stasera sarà come le altre.
Inler suona la carica
Per i parteneopei, invece, Inler suona la carica: "Ho amato Napoli subito: è stato un colpo di fulmine con la gente. E poi, mi piace tantissimo la mozzarella. Il City? È davvero forte, ma i conti si fanno sempre alla fine: abbiamo molte chance di qualificazione. Maradona? Mi vengono i brividi. Noi siamo gli eredi di Diego".

La formazione

Mazzarri sorprende tutti schierando nell'11 titolare il colombiano Zuniga al posto di Dossena e Gargano al posto di Dzemaili.
Ecco la formazione che dovrebbe scendere in campo a Manchester: De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Inler, Gargano, Zuniga; Hamsik, Lavezzi; Cavani.