Pronostici Coppa Italia 18-19 dicembre


Prima dell'ultimo turno di Serie A che anticipa la sosta natalizia (sarà la penultima giornata del girone di andata, che si chiuderà poi al rientro, il 6 gennaio), spazio alle ultime quattro gare di Coppa Italia. valide per gli ottavi di finale: dopo i successi di Roma, Parma, Juventus e Mialn, si attendono infatti le altre quattro compagini che daranno vita ai quarti di finale. La Coppa Italia è appetitissima, perché quest'anno in campionato la concorrenza per entrare in Europa è tanta. Giocandosi bene la Coppa Italia può essere la strategia vincente in caso di complicazioni proprio in campionato. Vediamo le quote e i pronostici per le vostre giocate. Si gioca in gara secca: niente ritorno. Il biglietto per i quarti di finale si stacca al termine di una sola partita.

Martedì 18 dicembre, ore 21
INTER-VERONA (1.30 - 4.50 - 11.00)
Oltre alla Reggina, eliminata dal Milan la scorsa settimana, il Verona è l'unica squadra di Serie B arrivata agli ottavi. La gara contro l'Inter rievoca un glorioso passato, ma la differenza di valori, oggi, è importante e significativa. Fiducia all'Inter, anche se la giocata Gol non è così peregrina. E la consigliamo.


Mercoledì 19 dicembre, ore 15.00
LAZIO-SIENA (1.50 - 4.00 - 6.00)

Beppe Iachini, dopo l'esonero di Cosmi, proverà sin da subito a dare la scossa alla sua nuova squadra. Petkovic, però, è un tecnico organizzato e quadrato. Come la sua Lazio, che vediamo decisamente favorita.

Mercoledì 19 dicembre, ore 17.30
UDINESE-FIORENTINA (2.75 - 3.20 - 2.45) 

Sfida apertissima quella tra bianconeri e viola. Montella potrebbe appellarsi a Viviano e Jovetic, due calciatori che vogliono tornare a essere protagonisti. Ci rifugiamo nell'X2, visto che l'Udinese ha dovuto rincorrere il risultato in dieci contro il Palermo e ha la testa più alla salvezza che ad altro.

Mercoledì 19 dicembre, ore 21
NAPOLI-BOLOGNA (1.36 - 4.50 - 7.50)
Gli azzurri vogliono vendicare l'incredibile 2-3 interno di domenica sera, rimediato proprio contro i rossoblù. Puntiamo anche noi sulla rabbia della squadra di Mazzarri.

Nessun commento: